raco clima

Servizio assistenza

0623239557

Raco clima

Bollino Blu

bollino blu caldaie

I responsabili dell’impianto, dopo aver assolto l’annuale obbligo di manutenzione ordinaria come previsto dal D.Lgs 192/2005 e successive modifiche e dal DPR 74/2013, debbono dichiarare, con cadenza biennale o quadriennale alla soc. Con.Te. l’ avvenuta manutenzione in base alle seguenti modalità:

1. avvalendosi della collaborazione di un manutentore abilitato ai sensi della legge 46/90 che, dopo aver provveduto alle singole operazioni di manutenzione ed alla determinazione del rendimento di combustione provvederà a compilare l’allegato G ), inviarlo alla Con.Te. e ad a rilasciare il Bollino Blu oltre al costo previsto per la manutenzione;

2. autodichiarare lo stato della manutenzione del proprio impianto con i dati riportati sull’apposito allegato G, compilato dal manutentore abilitato ai sensi della legge 46/90. L’allegato G, in questo caso va inviato secondo le modalità specificate alla Con.Te., via Monasterace, 39/F - 00118 Roma, unitamente al versamento del bollettino per il Bollino Blu.

I controlli della Con.Te., iniziati a gennaio 2012, sono a campione e senza onere sugli impianti dichiarati, e sistematici e a pagamento sugli impianti non autodichiarati. I primi sono eseguiti con la finalità di verificare la veridicità delle dichiarazioni, i secondi per ricordare l’obbligo di procedere all’effettiva manutenzione e/o all’autodichiarazione.

La visita a domicilio da parte dei tecnici della soc. Con.Te. è annunciata all’utente con almeno 20 giorni d’anticipo mediante una apposita raccomandata su cui è indicato il giorno e la fascia oraria della visita. Qualora l’utente non sia disponibile alla data indicata può contattare il numero verde indicato per concordare un nuovo appuntamento. Se la mancata visita è imputabile all’utente, la Con.Te. gli addebiterà un costo a titolo di rimborso spese e la verifica sarà effettuata in altra data con le stesse modalità di preavviso. Si provvederà, invece, a comunicare al Comune di Roma per i provvedimenti di competenza a tutela della pubblica incolumità, i soggetti che per loro responsabilità si siano resi indisponibili anche alla seconda visita.

A controllo eseguito viene rilasciato al responsabile dell’impianto una copia del documento di verifica.

Importante

Si ricorda che dal 01 giugno 2014 è entrato in vigore il Decreto Ministeriale del 10 febbraio 2014. Pertanto, tutti gli impianti termici devono essere obbligatoriamente dotati del nuovo Libretto di Impianto per la Climatizzazione invernale ed estiva.

Share by: